Cucina moderna, quali paraschizzi scegliere

Quali paraschizzi scegliere per la tua cucina moderna? Sono infinite le possibilità tra materiali e fantasie. E se ti piace cambiare spesso, utilizza delle piastrelle adesive

 

Cucina moderna, quali paraschizzi scegliere per la tua casa

Photo Credit: Rivestimenti e paraschizzi per cucina – Cucina Stosa – stosacucine.com

 

Cucina moderna, quali paraschizzi scegliere per la tua casa

La cucina è un luogo dove possono accadere tante cose. Che cos’è cucinare, se non sperimentare? Tantissimi piatti, oggi eccellenze della nostra cucina e, a volte, anche fiore all’occhiello di chef stellati, sono nati grazie a un errore nelle dosi degli ingredienti o nei tempi di cottura.

 

Anche in cucina, così come in tutte le altre cose, la creatività si può sviluppare soprattutto quando cerchi di fare qualcosa che non conosci bene. Ed è proprio quando, per errore o per audacia, aggiungi o cambi alcuni ingredienti, o modifichi alcuni passaggi nella ricetta della nonna, che arriva la magia di un nuovo piatto. Come direbbe ancora oggi Julia Child, cuoca, scrittrice e personaggio televisivo statunitense: “Impara a cucinare, prova nuove ricette, impara dai tuoi errori, non avere paura, ma soprattutto divertiti”.

 

Quali paraschizzi scegliere per la tua casa

Photo Credit: Rivestimenti e paraschizzi per cucina di EQUIPE CERAMICAS equipeceramicas.com/en/

 

Lei era considerata, non a caso, un’icona della cultura popolare statunitense, oltre che la donna che ha insegnato a cucinare a generazioni di americani, portando, nelle loro tavole, anche la cucina francese.

 

La cucina di Julia Child

Photo Credit: Julia Child ai fornelli

 

Un po’ distratta, ma tanto ironica, nella vita come nelle sue varie serie televisive, tutte di grande successo, cucinava a modo suo, regalando spesso anche grandi colpi di scena. Poteva capitare, a volte, secondo qualche aneddoto, che mentre cucinasse, il cibo, come un pollo arrosto o una omelette, facesse cadute memorabili. Tutto era possibile tra una ricetta e l’altra.

 

Probabilmente lei avrebbe gradito, nella sua cucina, uno di questi bellissimi paraschizzi che oggi abbelliscono, oltre a proteggere, le pareti dietro i nostri fornelli.

 

Rivestimento in ceramica a pasta bianca come paraschizzi cucina

Photo Credit: Rivestimento in ceramica a pasta bianca CHEVRON WALL di EQUIPE CERAMICAS equipeceramicas.com/en

 

Sì, perché i paraschizzi, oltre a mantenere pulito l’ambiente della tua cucina, sono degli splendidi elementi decorativi, qualunque sia lo stile che hai scelto per arredarla, che sia un arredamento classico, shabby chic  o in muratura.

 

Devi solo capire quali paraschizzi scegliere per la tua cucina moderna. La scelta cambia molto, ad esempio, tra una cucina moderna più minimale e una cucina moderna in stile vintage industriale.

 

Cucina moderna, diverse le tipologie di paraschizzi

Cucina moderna, diverse le tipologie di paraschizzi tra cui scegliere

Photo Credit: Rivestimento in gres porcellanato per interni ed esterni HEXATILE di EQUIPE CERAMICAS equipeceramicas.com/en/

 

È inutile negarlo, durante la cottura e la preparazione delle tue pietanze, in particolar modo quando friggi, gli schizzi arrivano dovunque, a partire dai fuochi e dal piano di lavoro, fino a finire sul muro della cucina. È inevitabile.

 

Ecco perché i paraschizzi sono la soluzione ideale per poter fare, ogni giorno, una pulizia rapida ed efficace, e mantenere, quindi, delle buone condizioni igieniche nel luogo in cui cucini. Sono perfetti anche per arredare una piccola cucina ad angolo, dove è più facile che si annidi lo sporco.

 

Diverse le tipologie di paraschizzi per la tua cucina

Photo Credit: Rivestimento in ceramica a pasta bianca SCALE di EQUIPE CERAMICAS equipeceramicas.com/en/

 

Ma quali paraschizzi scegliere per la tua cucina moderna? Molti marchi di cucine oggi già includono i paraschizzi nelle loro composizioni. Ma se hai già una bella cucina e, di certo, non desideri cambiarla, almeno per i prossimi anni, il mercato ti offre tante soluzioni di paraschizzi, oltre alle tradizionali ceramiche, come possono essere, a esempio, i pannelli acrilici o le pellicole. Prodotti interessanti anche per la loro estetica e il loro design, senza rinunciare, chiaramente, alla qualità.

 

Diverse le tipologie e fantasie di paraschizzi per la tua cucina

Photo Credit: Rivestimento in ceramica a pasta bianca SCALE di EQUIPE CERAMICAS equipeceramicas.com/en/

 

Tra le tipologie di paraschizzi più utilizzati oggi abbiamo:

 

  • la ceramica: classica e intramontabile, la piastrella in ceramica resta il materiale più utilizzato ancora oggi per rivestire la parete dietro una cucina, a cui garantisce massima protezione. È facilmente lavabile ed è resistente sia all'umidità e sia alle alte temperature. Sono tantissime le piastrelle che puoi scegliere per la tua cucina. Una prima distinzione che ti può aiutare è sicuramente decidere se optare per la tradizionale monocottura (la piastrella è sottoposta a un unico processo di cottura, dove il supporto e lo smalto vengono cotti contemporaneamente) o per la più moderna bicottura (la piastrella è prodotta con doppia cottura, la prima è per il supporto e la seconda per lo smalto). La piastrella in bicottura, la cui superficie è brillante, è di particolare pregio, ma è molto delicata. Ed è per questo che è la soluzione ideale per i rivestimenti, ma non per le pavimentazioni;

                                                                                 

Rivestimento in ceramica per la tua cucina

Photo Credit: Rivestimento in ceramica Magical3 di EQUIPE CERAMICAS equipeceramicas.com/en/

 

  • la resina: il paraschizzi in resina è molto gettonato perché è molto resistente all’usura, al tempo e alla muffa, ma anche all’acqua e al calore. È un materiale antibatterico e non tossico, molto pratico e facile da pulire. La resina, essendo una vernice, non crea fughe e può anche essere posata sulle vecchie piastrelle. Si può stendere con un pennello sulla parete che si vuole rivestire. Puoi scegliere tra le finiture: lucida, satinata e opaca. Il suo aspetto è essenziale e lineare e si sposa molto bene con uno stile minimal;

 

Rivestimento in resina ecologica, paraschizzi

Photo Credit: Rivestimento in resina ecologica ARTEVIVA di Arte Viva resinaarteviva.it

 

  • l’acciaio: tra i tanti materiali per i paraschizzi da cucina, l’acciaio è il più delicato, ma anche molto elegante. Deve essere trattato con molta cura per evitare graffi. Ti regala una grande sensazione di pulizia e di ordine;

 

Rivestimento in acciaio per la tua cucina moderna

Photo Credit: Rivestimento in acciaio Cucina Tablet di Veneta Cucine venetacucine.com

 

  • il vetro e il plexiglass: il vetro, trattato termicamente, diventa più resistente anche alle alte temperature, così come il plexiglass, plastica acrilica rinforzata (polimetilmetacrilato). Questi materiali non sono solo resistenti al calore, ma anche all’acqua, al grasso e allo sporco. Puoi posizionarli senza problemi sulla parete dietro il piano di lavoro e su tutti i piani di cottura, escluso quello a gas.  Un importante accorgimento per il paraschizzi in vetro è quello di  prestare attenzione alle dimensioni, applicando pannelli interi e privi di giunzioni;

 

Rivestimento in vetro colorato per la tua cucina moderna

Photo Credit: Rivestimento in vetro colorato Covea Vetri vetreriacoveavetri.it

 

  • il legno: un altro materiale molto usato. Cerca di scegliere un pezzo le cui misure corrispondano alla parete da ricoprire, così eviti che sia giuntato con fughe.

 

Rivestimento in legno per la tua cucina moderna

Photo Credit: Rivestimento in legno Stosa Cucine stosacucine.com

 

Il paraschizzi è un elemento decorativo e funzionale davvero fondamentale per la tua cucina moderna, qualunque sia il materiale che tu prediliga, che sia un paraschizzi in vetro temprato, o in resina, o in plexiglass, o in ceramica, o un semplice pannello paraschizzi fai da te.

 

Sì, perché se desideri cambiare spesso, senza dover spostare e rompere muri, puoi optare per questo tipo di soluzione molto più economica.

 

Paraschizzi fai da te per la tua cucina moderna

Paraschizzi fai da te per la tua cucina

Photo Credit: Paraschizzi AZULEJOS per la cucina di Kina adesivimurali.com

 

Paraschizzi fai da te? Esattamente, e ce ne sono di tutti i gusti. Puoi scegliere, ad esempio, di coprire il vecchio rivestimento che hai in cucina, con dei pratici sticker, che potrai rimuovere facilmente, quando vorrai cambiare, senza dover chiamare il piastrellista.

 

In commercio puoi trovare fantasie bellissime e originali, con pattern grafici ed effetti di ogni tipo, come, ad esempio, quello in pietra o in mosaico. Una buona soluzione per creare un rivestimento decorativo e, allo stesso tempo, protettivo, per il retro della tua cucina. Anche questi paraschizzi resistono alle fonti di calore, all’unto e all’umido e si possono applicare su qualsiasi superficie.

 

Sarà divertente abbinarli anche agli accessori della tua cucina, che hai scelto con cura per personalizzare questo ambiente.

 

Paraschizzi fai da te per una cucina originale

Photo Credit: Paraschizzi per la cucina Alu-Dibond wall-art.it

 

I pannelli Alu-Dibond, sono paraschizzi di 3 mm di spessore, realizzati con un materiale resistente al calore e antigraffio. La superficie è in alluminio bianco mentre il nucleo è fatto in polietilene nero.

 

Puoi adattarli al formato di cui hai bisogno per la tua cucina. Ti basterà utilizzare un righello in acciaio e un taglierino ben affilato. Puoi fissarli al muro con il silicone o con il nastro adesivo.

 

Pannello decorativo paraschizzi per cucina

Photo Credit: Pannello decorativo paraschizzi per cucina Zeller 26309 di Zeller – amazon.it

 

Se preferisci invece avere un paraschizzi più versatile e multifunzione, puoi optare per il pannello decorativo paraschizzi Zeller 26309 di Zeller, che puoi usare non solo come paraschizzi dietro il fornello, ma anche per coprire il piano cottura o, addirittura, come tagliere.

 

È facile da pulire e puoi rimuoverlo dalla parete della cucina in qualsiasi momento, grazie agli elementi di fissaggio in velcro. Questo pannello è resistente fino a 220 °C. Ricordati però di appoggiarlo solo su piani cottura freddi. È perfetto anche per una cucina piccola, come può essere quella di un monolocale.

 

Paraschizzi romantici per cucina

Photo Credit: Paraschizzi Prima Colazione per la cucina di Kina adesivimurali.com

 

Se ami materiali come l’acciaio o il vetro, puoi anche scegliere il paraschizzi in vetro acrilico di Kina. Il paraschizzi, di 3 mm di spessore, è lavabile e antigraffio. La stampa è in quadricromia.

 

Puoi applicarlo direttamente sul muro o sulle piastrelle, con il biadesivo dato in dotazione, ad alta adesività e resistente ad acqua e calore.

 

Scudo pieghevole paraschizzi per fornello a gas

Photo Credit: scudo pieghevole paraschizzi per fornello a gas Urisgo amazon.it

 

Ultimo suggerimento, un paraschizzi davvero pratico, è lo scudo pieghevole Urisgo. Il pannello dispone di tre pannelli incernierati che lo rendono facilmente adattabile per ogni utilizzo in cucina. Perfetto anche per il fornello a gas. Lo scudo è realizzato con un foglio di alluminio di alta qualità, liscio, antiaderente e resistente all’olio. Facile anche da pulire.

TAGS: