Bonus verde 2021: incentivi fiscali per giardini, balconi e terrazzi

Grazie al Bonus Verde 2021 puoi usufruire delle agevolazioni fiscali per realizzare o riqualificare il balcone, la siepe, il terrazzo o il giardino.

 

A cosa serve il Bonus verde 2020

 

Bonus Verde 2021, a cosa serve

Se da tempo rimandi la riorganizzazione del tuo bel terrazzo, la potatura o il cambio della siepe nel tuo giardino, o la riqualificazione dell’area verde in comune che hai nel tuo condominio, questo è il momento giusto per investire su questo tipo di lavori.

 

Bonus Verde 2020 prorogato per il 2020

 

La manovra della Legge di Bilancio del 2018 ha introdotto una detrazione fiscale per la cura di giardini, balconi e terrazzi privati, il cosiddetto bonus verde, in vigore dal 1° gennaio 2018.

 

La manovra 2021 ha prorogato anche per il 2021 il Bonus Verde, un’importante agevolazione per la casa.

 

La finalità di questo nuovo bonus è quella di incentivare la creazione e la riqualificazione di giardini, aree verdi e terrazzi privati, anche se sono situati all’interno di aree condominiali.

 

Parliamo, quindi, di tutto il verde che troviamo nelle nostre città, ma in contesti privati. Questa tipologia di lavori possono riguardare anche ville, villini e palazzi. Tutti questi interventi rientrano nella manutenzione straordinaria. Vediamo come funziona e chi ne può beneficiare. 

 

Bonus verde 2021, come funziona

Bonus Verde 2020, come funziona per gli incentivi

 

Il bonus verde ti consente di usufruire di uno sconto fiscale del 36% fino a un tetto di spesa annua pari a 5 mila euro, in cui devono essere comprese anche le eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi. Questo vuol dire che la detrazione massima sarà di 1.800 euro per immobile.

 

Tieni conto che il pagamento delle spese devi farlo con degli strumenti come bonifico bancario o postale, che consentano la tracciabilità delle operazioni.

 

Come funziona la detrazione? Va ripartita in dieci quote annuali di pari importo. Il sistema è molto semplice ed è simile a quello attuato anche per gli altri bonus dedicati alla casa: se esegui opere di ristrutturazione su queste aree potrai scalare quello che avrai spesso dalle tasse che pagherai a fine anno.

 

Aliquota che si applica con il bonus verde 2020

 

Nel caso in cui i lavori vengano effettuati nel tuo condominio, lo sconto è molto più alto. In pratica, l’importo massimo di 5 mila euro viene moltiplicato per tutte quelle che sono le unità immobiliari.

 

Lo sconto fiscale sarà disponibile per tutto il 2021 e consentirà di aumentare le possibilità di detrazioni attualmente esistenti.

 

Bonus verde 2021, chi può usufruirne

Il tuo giardino diventa un posto speciale grazie a Bonus verde 2020

 

Puoi quindi beneficiare del Bonus Verde 2021 se sei:

 

  • il proprietario di una casa;
  • il condomino del palazzo che ha fatto questo tipo di riqualificazione;
  • il proprietario di una villa;
  • il proprietario di un’unità indipendente;
  • il proprietario o uno dei proprietari di un palazzo di pregio.

 

Aspetto fondamentale è che il tuo investimento sia inerente giardini, terrazze, installazioni di verde pensile, coperture e messa a dimora di piante e arbusti, e che tu possa documentare tutte le spese che hai effettivamente sostenuto.

 

Bonus verde 2021, cosa puoi detrarre

Incentivi fiscali grazie al Bonus verde 2020

 

Le spese che ti consentono di usufruire del Bonus Verde 2021, sono quelle inerenti:

 

  • la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, pertinenze o recinzioni unità immobiliari, giardini, terrazzi e balconi anche condominiali, per lavori di:
    • rifacimento di impianti di irrigazione;
    • realizzazione pozzi;
    • sostituzione di una siepe;
    • grandi potature;
    • giardini pensili;
  • il recupero del verde di giardini di interesse storico.

 

Diverso da Ecosismabonus e Superbonus 110%

 Bonus verde 2020 per i tuoi spazi

 

Le agevolazioni fiscali dell’Ecosismabonus e del Superbonus 110% ti permettono di coprire soltanto le spese inerenti  l’interno e l’esterno (inteso come involucro) dell’edificio in cui abiti.

 

Mentre con il Bonus Verde 2021 hai finalmente la possibilità di intervenire anche nelle aree verdi, che prima erano escluse dagli incentivi.

 

Una città che respira meglio

Bonus Verde 2020 migliora la qualità dell'aria

 

La manovra del Governo, con la Legge di Bilancio del 2018, è stata pensata per potenziare il verde urbano, con il principale intento di migliorare la qualità dell’aria.

 

Le aree verdi, soprattutto nelle grandi città, sono vitali per ridurre lo smog. Una pianta adulta può catturare dall’aria dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili, un ettaro di piante elimina circa 20 chili di polveri e smog in un anno. Con le aree verdi puoi migliorare non solo il tuo spazio privato, ma anche il tuo quartiere e la tua città.

 

Una strategia green che si sposa perfettamente anche con una mobilità più sostenibile (grazie anche al Bonus Bici 2020, una delle misure del Decreto Rilancio), dove anche il trasporto può avere un basso impatto ambientale.

 

Colorare di verde le zone in cui vivi significa rendere più vivibile il tuo ambiente per te e per la tua famiglia. Vuol dire anche respirare meglio.

 

Non esiste scelta più giusta e sostenibile per conservare la biodiversità, e, soprattutto, per fare un passo in avanti verso il futuro dell’abitare.

TAGS: