La vita in una stanza

In una stanza siamo nati. Tutta la nostra vita l’abbiamo trascorsa passando attraverso le stanze, da quelle più intime a quelle comuni, da quelle ben conosciute a quelle di passaggio, a cui abbiamo prestato meno attenzione, ma non tutte le stanze hanno avuto e hanno tuttora la stessa importanza. Ci sono stanze che abbiamo sempre amato e da cui non vorremmo mai separarci, come quelle della nostra infanzia o quelle in cui abbiamo vissuto fortissime emozioni.

 

“Nella mia Stanza sono consapevole/ Di un'incorporea amica/ La presenza è il permesso che Le basta” scriveva in una sua famosa poesia la poetessa statunitense Emily Dickinson che visse una vita intera rinchiudendosi nella sua stanza, al piano di sopra della casa paterna: non ne era uscita neanche per il funerale dei genitori. La sua stanza era sempre chiusa a chiave anche per l’amata sorella: “ Di tempo, solo di questo ho bisogno!”. Qui riuscì a scrivere 1775 poesie.

 

 

Una stanza, la nostra, quella che preferiamo, possiamo anche immaginarla come uno spazio che si dilata e diventa infinito per tutto il tempo che ci abbiamo trascorso e che intendiamo passare. I pensieri non ingombrano perché hanno la consistenza delle nuvole. E quando la luce entra dentro di essa, sembra quasi rigenerarsi. Ed è in questo luogo che abbiamo deciso di dedicare dello spazio solo ad alcuni di tutti gli oggetti che possediamo.

 

 

La stanza non è solo un ambiente interno separato da pareti, ma ha un significato particolare. Il termine deriva dal latino “stantia”, e cioè luogo di dimora e dal verbo “stare”. Ed è così che il prendere una porzione di spazio, occupandolo, rappresenta una misura, una limitazione che allo stesso tempo regala valore. Immaginiamo la nostra stanza come un grande scrigno, dove decidiamo di far restare solo ciò che per noi ha un significato. La stanza è un punto di partenza e di arrivo allo stesso tempo, un’oasi per la nostra mente. Anche in poesia la stanza è la porzione di qualcosa, in questo caso di una grande composizione come un poema. Nella poesia moderna è paragonabile di più a una strofa, a un verso.

 

La stanza è la forma primordiale dell’abitare. Basti pensare che le prime costruzioni in pietra creavano una stanza. Oggi invece, la nostra abitazione è la casa ed è composta da più stanze, ma di quante noi ne abbiamo realmente bisogno? È fondamentale tenere conto di questo nel momento in cui andremo alla ricerca della nostra casa ideale.