L'importanza della visura ipotecaria per l'immobile

La visura ipotecaria è davvero importante per l’immobile che desideri vendere o acquistare. È un controllo fondamentale da fare sempre, per non avere brutte sorprese.

 

A cosa serve la visura ipotecaria?

A cosa serve la visura ipotecaria

 

Se devi ancora comprare casa o stai per vendere la tua e sei alla ricerca di un altro appartamento, e vuoi essere sicuro che la compravendita vada a buon fine, è necessario fare un controllo dell’immobile di vostro interesse e quindi richiedere una visura ipotecaria. Vediamo più nel dettaglio in cosa consiste e cosa bisogna fare per ottenerla.

 

La visura ipotecaria, chiamata anche visura ipocatastale o accertamento immobiliare, è un documento rilasciato dalla banca dati degli attuali Uffici di Pubblicità Immobiliare (ex Conservatoria del Registro Immobiliare), gestita dall’Agenzia delle Entrate (ex Agenzia del Territorio) che ti permette di individuare il proprietario dell’immobile (cioè colui che è titolare del diritto di proprietà e che può procedere alla alienazione del bene), e sapere se su di esso ci sono:

 

  • ipoteche legali (Equitalia - servizio riscossione tributi o compravendite);
  • ipoteche giudiziarie (decreti ingiuntivi);
  • ipoteche volontarie (ad es.: per accensione mutui, finanziamenti);
  • citazioni (atti che contestano la titolarità dell'immobile o chiedono la conclusione di un contratto preliminare - art. 2932 c.c.);
  • cancellazioni di ipoteche;
  • pignoramenti;
  • servitù;
  • vincoli di superficie.

 

La visura ipotecaria può essere effettuata sia su immobile (fabbricato o terreno) sia su soggetto intestatario dell’immobile.

 

Visura ipotecaria: la funzione di pubblicità

Funzione di pubblicità per l'immobile

 

La pubblicità serve quindi a far conoscere a terzi le vicende giuridiche dell'immobile.  La principale funzione è quella di risolvere i conflitti tra persone che pretendono di vantare lo stesso diritto sullo stesso immobile.

 

Ecco quali sono i suoi effetti:

 

  • pubblicità notizia (tutti sanno che avete questo diritto di proprietà)
  • pubblicità dichiarativa (potete opporre il vostro diritto a terzi e in tal modo avete forza in caso di conflitti e di contenzioso)
  • pubblicità costitutiva (il vostro diritto trova tutela da parte dell'ordinamento giuridico)

                                                                                                                       

Come richiedere una visura ipotecaria?

Come richiedere la visura ipotecaria

 

Secondo quanto disposto dall'art. 2673 c.c. chiunque può accedere agli atti pubblici tenuti dall'Agenzia delle Entrate, Servizio di Pubblicità Immobiliare, ex Conservatorie dei registri immobiliari, ed eseguire una visura. Dove si può richiedere?

 

  • presso gli Uffici di Pubblicità Immobiliare, dove è disponibile il modulo. Gli Uffici di Pubblicità Immobiliare sono presenti nei palazzi della provincia del rispettivo comune di appartenenza.
  • su alcuni siti web, seguendo la procedura richiesta.
  • oppure puoi lasciare che sia l’agenzia immobiliare che vi sta seguendo, ad occuparsene.

 

Ogni Ufficio di Pubblicità Immobiliare ha una sua data di meccanizzazione da cui si possono reperire informazioni. Non è possibile rintracciare dati precedenti alle date di meccanizzazione. È consigliabile effettuare una visura ipotecaria ventennale perché ti permette di verificare il maggior numero di trasferimenti di proprietà e l’esistenza di gravami. Oggi quasi tutte gli Uffici di Pubblicità Immobiliare coprono il ventennio.

 

Se vuoi effettuare una visura ipotecaria, la prima cosa che devi fare è eseguire l'elenco sintetico delle formalità sull’immobile di vostro interesse. Una volta ottenuto, avrai quindi il sunto della visura ipotecaria, un documento che va riguardato con molta attenzione e in ogni minima parte, onde evitare interpretazioni sbagliate.

 

È fondamentale quindi controllare la conservatoria di riferimento, i dati catastali e il periodo di meccanizzazione, ovvero fino a quale anno è stata eseguita la ricerca.

 

Visura ipotecaria: quali sono i documenti per poterla richiedere?

Visura ipotecaria quali sono i documenti per poterla richiedere

 

Per poter richiedere la tua visura ipotecaria sono necessari i seguenti dati:

 

  • tipo di immobile (terreno o fabbricato)
  • provincia e comune (se si effettua online)
  • foglio e particella
  • nome, cognome e Codice Fiscale (se la ricerca si basa sul soggetto intestatario dell’immobile)
  • ragione sociale, Codice Fiscale o Partiva Iva (se la ricerca si basa sulla società)

 

Ricordati di inserire nel form apposito tutte le informazioni necessarie per ottenere la visura ipotecaria.

 

Come si legge una visura ipotecaria?

Come si legge una visura ipotecaria?

 

Come si legge una visura ipotecaria? Le prime informazioni che puoi avere da questo documento, sono quelle che riguardano la data di richiesta della visura e il nominativo dell’Ufficio di Pubblicità Immobiliare (ex Conservatoria del Registro Immobiliare) di riferimento.

 

Successivamente, nella visura ipotecaria, troverai queste altre informazioni:

 

  • la tipologia di richiesta, che si differenzia per persona fisica, persona giuridica o immobile;
  • la data di aggiornamento dell’Ufficio di Pubblicità Immobiliare di riferimento;
  • l’elenco degli omonimi, in quanto potrebbero esserci più omonimi o posizioni;
  • l’elenco cronologico delle formalità.

 

Tieni presente che per ogni formalità troverai queste indicazioni:

 

  • la data di trascrizione o iscrizione;
  • il registro particolare (articolo) e registro generale (casella);
  • il nominativo del Pubblico Ufficiale;
  • la data di stipula;
  • la tipologia di atto e il ruolo ricoperto dal soggetto (es. debitore o acquirente).

 

Nel caso in cui nell’Ufficio di Pubblicità immobiliare non fossero registrate formalità sull’immobile, potresti ricevere una visura ipotecaria con esito negativo, dove è specificato che non è stato reperito nessun immobile a fronte dei dati della richiesta.

TAGS: