Come va il mercato immobiliare?

Il mercato immobiliare ha chiuso il 2016 con dati molto positivi. La diminuzione dei prezzi e i mutui più accessibili hanno portato più persone ad acquistare casa.

 

 

Quali sono stati i numeri del 2016?

 

Secondo i dati dell’Agenzia del Territorio, ed elaborati dall’Ufficio Studi del Gruppo Gabetti, si sono superate le 500.000 transazioni residenziali (528.865), +18,9% rispetto al 2015. A trainare la crescita non sono più solo le grandi città, infatti, nel 2016 sia i capoluoghi (+18,7%), sia i non capoluoghi (+19,1%) hanno evidenziato una variazione positiva. Positive anche tutte le macro aree territoriali, anche se con un risultato migliore per il Nord (+22,3%), seguito dal Centro (+16,2%) e dal Sud (+14,6% ).

 

Cosa prevediamo per il 2017?

 

Per il 1° semestre 2017 si prevede una progressiva stabilizzazione dei prezzi, in un contesto di aumento delle compravendite. Ci aspettiamo anche un impatto positivo di alcune novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2017, che potranno dare ulteriore stimolo al mercato:

 

  • In particolare ci riferiamo all’incentivo all’acquisto di immobili da ristrutturare, con la proroga fino al 31 dicembre 2017 delle detrazioni fiscali relative alle spese sostenute per interventi volti al recupero del patrimonio edilizio e la conferma della detrazione delle spese relative a interventi di riqualificazione energetica degli edifici, nella misura maggiorata del 65%.

 

  • Si segnala inoltre la particolare attenzione rivolta alle misure antisismiche, per cui la detrazione è elevata al 70%, qualora riducano il pericolo sismico in modo tale da comportare il passaggio a una classe di rischio inferiore.

 

  • Infine si richiama la proroga dei piani casa di dieci regioni: Basilicata, Sardegna, Marche, Puglia, Sicilia, Veneto, Calabria, Piemonte, Toscana e Lazio, nell’ottica dello snellimento delle procedure relative ad opere di riqualificazione edilizia.

 

Accedi ai Market Report dell’Ufficio Studi del Gruppo Gabetti