Case con soppalco, uno spazio da vivere

Il soppalco non è soltanto una soluzione alla mancanza di spazio in case troppo piccole, ma è anche una scelta estetica di grande stile.

 

Le scale sono importanti per il soppalco della tua casa

 

Case con soppalco, quando lo spazio diventa un rifugio

Arrivare fino in alto come per toccare il cielo con un dito o arrampicarsi in cima alle vette più alte del mondo. Sei stato un bambino anche tu, e hai sognato un cielo stellato nella tua stanza. Da grande, per fortuna, non hai smesso di sognare totalmente, e magari hai pensato, qualche volta o più, di raggiungere qualcosa che sia più in alto di te, reale o in senso metaforico. Forse è questo il più grande segreto di un soppalco, uno spazio che ti sei guadagnato nella tua casa, un luogo su cui e dove poter fantasticare, proprio perché nato dopo.

 

Anche se ti è capitato più volte, nella tua vita, di vedere delle splendide case con soppalco, non hai mai pensato a realizzarne uno tutto per te, se non quando è nata l’esigenza di avere più spazio nella tua casa, perché hai deciso di vivere qui con la tua compagna, di fare famiglia, o di avere una zona notte per gli ospiti, o semplicemente, per il desiderio di avere un luogo da dedicare esclusivamente al relax, allo studio o ai tuoi hobby, un vero e proprio rifugio per i tuoi desideri.

 

Se stai pensando quindi di realizzare un soppalco, puoi dare uno sguardo alla nostra Selezione Gabetti Case con Soppalco, dove abbiamo raccolto alcuni dei nostri immobili. Ricordati che il soppalco ti dà due grandi vantaggi:

 

  • puoi sfruttare l’intero volume della tua casa, le sue altezze fino ad adesso inutilizzate, per creare angoli di vera intimità;
  • puoi accrescere il valore della casa, visto che il soppalco aumenta la superficie calpestabile e, di conseguenza, i metri quadri vendibili.

 

Prima di pensare ai materiali da utilizzare e alle sue dimensioni, è importante controllare che la tua casa abbia tutte le condizioni necessarie per costruirlo e verificare che tu abbia anche tutti i permessi.

 

Le caratteristiche giuste per realizzare un soppalco

Le caratteristiche di un soppalco

 

Se hai intenzione di creare un soppalco nella tua casa, devi verificare:

 

  • di disporre di grandi altezze: la natura del soppalco è quella proprio di ampliare la superficie utile interna senza ricorrere a nuove volumetrie. Il soppalco può coprire una superficie corrispondente alla metà dell’intero locale. Se, ad esempio, nella tua casa hai un’altezza di 4.60 metri, l’altezza libera sia sopra che sotto è di 2.20 metri; se invece hai un locale che ha un’altezza di almeno 4.40 metri, puoi realizzarlo con una soletta spessa 20 centimetri e un’altezza sia sopra che sotto di 2.10 metri. Il tuo soppalco non può essere abitabile se l’altezza del locale è inferiore a 4.30 metri;
  • la consistenza dei muri perimetrali al soppalco: è fondamentale che tu sappia qual è lo spessore dei muri della tua casa. Possono non essere muri portanti se sono spessi 10/12 centimetri. L’ideale, in questo caso, è far poggiare il soppalco, in alcuni punti,  su dei pilastri in ferro e legno, in modo che si scarichi il peso al piano inferiore, senza compromettere l’intera struttura. Rivolgiti, per sicurezza, a un esperto, come a un architetto, un ingegnere o a un geometra;
  • la portata del tuo pavimento: deve essere in grado di sopportare un peso doppio del normale;
  • la superficie soppalcabile: non deve mai superare la metà dell’ambiente sottostante.
  • le dimensioni delle finestre: devono poter garantire aria e luce a sufficienza.

 

Considera che in Italia ogni Regione ha, per quanto riguarda la realizzazione dei soppalchi, una normativa di riferimento, che comunque fa capo, nella maggioranza dei casi, a una disposizione nazionale, il D.M. del 5 luglio 1975. Il Decreto Ministeriale detta le linee guida nazionali, stabilendo che l’altezza minima del soppalco abitabile è di 2,70 metri, mentre è di 2,40 metri se si tratta di locali non abitabili, come bagni, corridoi o ripostigli.

 

Quali permessi ti servono per il soppalco?

 

I permessi che servono per un soppalco

 

Dopo aver verificato che la tua casa abbia tutte le condizioni necessarie per costruire un soppalco, resta da fare un altro passaggio, ultimo non per importanza: chiedere l’autorizzazione al tuo Comune. In base alle dimensioni e alle funzioni che avrà il tuo soppalco, dovrai richiedere:

 

  • il permesso di costruire: nel caso in cui il tuo soppalco incrementi la superficie dell’immobile in modo significativo, e se la nuova superficie creata è abitabile e calpestabile, come, ad esempio, una stanza di soggiorno, dove è possibile collocare una poltroncina, un letto o avere uno spazio per la televisione. Se procedi con i lavori senza ottenere questo permesso, il tuo soppalco è da considerarsi un abuso edilizio. Rischi di rispondere di questo reato, subire un processo penale e di essere obbligato a far demolire il tuo soppalco;
  • una semplice DIA: nel caso in cui il tuo soppalco sia di dimensioni modeste e sia utilizzabile come semplice luogo di deposito. Questo parametro è stato anche confermato da una recente sentenza pubblicata dal Consiglio di Stato (Sentenza 02/03/ 2017 n. 985, in merito alla "Disciplina edilizia per la realizzazione di un soppalco").

 

Quando parliamo di Permesso di costruire e di DIA, ci riferiamo ai titoli edilizi o abilitativi, di cui abbiamo realizzato un approfondimento in Quali permessi ti servono per ristrutturare casa.

 

Devi anche considerare che, in alcuni casi, il materiale con cui costruisci il soppalco può essere un elemento importante per definire la sua finalità, o per valutare la sua idoneità alla casa, in termini di sicurezza.

 

Se, ad esempio, lo vuoi far realizzare in cartongesso, non può sicuramente essere un ambiente grande e quindi adatto a un soggiorno o a una camera da letto. Questo ti aiuta a capire sin da subito quale permesso devi chiedere al tuo Comune.

 

Nel caso in cui tu voglia invece creare un soppalco in ferro, è fondamentale che tu faccia fare una verifica strutturale, per essere sicuro che il suo peso possa essere sopportato dalla struttura sottostante.

 

Un soppalco fatto di scale, ringhiere e fantasia

 

Scale e ringhiere per il tuo soppalco

 

Ora arriva la parte più interessante, la progettazione del tuo soppalco. La sua struttura può essere in legno, in muratura o in ferro. Per le scale, ad esempio, puoi scegliere tra la scala a pioli, quella elicoidale, o quella a chiocciola, quest’ultima un grande classico.  

 

Per la ringhiera, invece, puoi giocare molto utilizzando diversi materiali. È un elemento di enorme impatto estetico, che può dare grande risalto anche al tuo arredamento.

 

Se vivi in un Loft e hai deciso finalmente di realizzare il soppalco, puoi pensare di approfittarne per rivoluzionare lo stile di tutto spazio in cui vivi. Trovi tanti suggerimenti e alcune idee originali in Come scegliere l’arredamento del tuo Loft.