Costruire un giardino verticale in poche mosse

Il verde a portata di mano.

 

In un’epoca caratterizzata dall’urbanizzazione selvaggia è sempre più difficile trovare un piccolo spicchio di paradiso verde in città. Per una serie infinita di cause – come il tempo a disposizione e lo spazio delle abitazioni che solo in rari casi consentono di avere un giardino – l’abitudine di prendersi cura delle piante è stata abbandonata da qualche tempo.

 

Fortunatamente, a ogni eccesso la società risponde con un giusto rimedio. L’ultimo trend dei giardini verticali sembra assolutamente rispondere a questa precisa necessità.

 

Belli e funzionali, i giardini verticali sono paragonabili ad un'oasi nel deserto, possono completamente stravolgere l’ambiente in cui si vive e non sono troppo complessi da costruire. Sono rimedi naturali alle tante problematiche della città: assorbono lo smog, l’anidride carbonica e i raggi ultravioletti e calore, oltre ad essere un vero toccasana per l’abbellimento delle abitazioni.

 

Riutilizzando materiali facilmente recuperabili è possibile creare composizioni floreali che cambieranno del tutto l’aspetto dei tuoi spazi preferiti.

 

 

  • Tramite l’anta di un mobile recuperata da un vecchio armadio, qualche secchio in metallo zincato e dei comunissimi ganci, manca poco per ideare il proprio giardino verticale. Basta montare i ganci all’anta, sistemare le piante nei secchi e appenderli dal manico. Il risultato è di particolare effetto.

 

 

  • Riempendo con del terriccio una comunissima sacca portaoggetti - come quella da parete utilizzata per ordinare gli attrezzi da lavoro - è possibile avere il proprio giardino verticale. Veloce, modulare e di grande impatto.

 

 

  • Il progetto leggermente più complesso dei tre: basta procurarsi alcune mattonelle in legno delle stesse dimensioni. Serve solo ricavare un buco al centro dei pezzi di legno, all’interno del quale verrà posizionato un barattolo dal collo più largo del fondo e due fori ai lati su ogni mattonella all’interno dei quali avvitare le viti prigioniere e un bellissimo giardino verticale è subito pronto. Ricordate di mettere qualche sassolino sul fondo dei barattoli per far respirare le radici.